Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Italy
INFOLINE  800 40 11 11
logo
gravidanza
 
Vademecum: richiesta nulla osta ministeriale

La procedura da seguire

Dal 1 luglio 2010 l’autorizzazione all’esportazione del campione di sangue cordonale deve essere richiesta alla Direzione Sanitaria dell’ospedale scelto per il parto. Il ticket per inoltrare la richiesta ha un costo che varia da Regione a Regione e da un istituto ospedaliero all'altro.

  1. Contattate la Direzione Sanitaria per ritirare la documentazione necessaria. In alcuni casi è necessario fissare un appuntamento per compilare i moduli direttamente in sede. Il ticket per inoltrare la richiesta ha un costo che varia da Regione a Regione e da un istituto ospedaliero all’altro.

  2. A partire dai 30 giorni antecedenti la data presunta del parto é obbligatorio effettuare i seguenti esami sul siero materno, richiesti dal Ministero della Salute e obbligatori per il rilascio del nulla osta (in caso di positività ad uno o più di questi anticorpi, potrebbe non essere rilasciato).
    • HIV1/2 (Ag-Ac)
    • HBV (HBsAb, HBeAg, HBeAb, HBcAb, HBSAg)
    • HCV (Anticorpi Epatite C)

    Per i test seguenti non vi è invece alcun obbligo in quanto verranno eseguiti dal laboratorio sui campioni di sangue materno prelevati al momento del ricovero. Tuttavia, se già eseguiti in corso di gravidanza (non necessariamente nell’ultimo mese), gli esiti possono essere inviati a Genico e andranno ad implementare il dossier relativo al campione di cellule staminali conservato.
    • HTLV I/II (Anticorpi IgG; IgM del virus umano T linfotropico di tipo I e II)
    • Sifilide (Anticorpi)
    • CMV (Anticorpi IgG; IgM)

  3. Recatevi in Direzione Sanitaria portando con voi:
    • modulistica ricevuta dall’ospedale compilata e firmata
    • esiti degli esami del sangue effettuati nell’ultimo mese di gravidanza
    • kit di raccolta e trasporto di sangue cordonale fornito da Genico
    • certificazione di conformità inclusa nella documentazione allegata al kit
    • istruzioni per il prelievo in forma scritta incluse nella documentazione allegata al kit
    • modulo per la richiesta di autorizzazione all’esportazione ricevuto da Genico (fac-simile)
    • certificazione sulla sicurezza degli operatori ricevuta da Genico
    • ricevuta di versamento del ticket

  4. Ritirate l’autorizzazione all’esportazione.
    Una copia dev’essere conservata insieme al kit e l’altra dev’essere obbligatoriamente trasmessa a Genico via e-mail a clienti@genico.ch, oppure via fax al numero 0041 91 791 59 76.

Per qualsiasi dubbio o necessità, contattate immediatamente il vostro consulente locale o il nostro ufficio centrale allo 0041 840 888 555, saremo lieti di aiutarvi passo dopo passo.
Page created on: 21/03/2011
Last modified on: 03/09/2012
 
 
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati