Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Italy
INFOLINE  800 40 11 11
logo
gravidanza
 

La vita che inizia, il tuo bambino


Prima settimana
L’ovulo che si trasformerà nel tuo bebé non è stato ancora rilasciato e la gravidanza in questi giorni rappresenta solo una speranza.

Seconda settimana
Il tuo ovulo, ormai maturo, viene espulso dall’ovaio nelle tube di Falloppio. Entro le 24 ore successive, se si verifica l’incontro con gli spermatozoi, può avvenire la fecondazione dell’ovulo.
Ogni spermatozoo porta con sé metà del patrimonio genetico, compreso il cromosoma X o Y, responsabile del sesso del nascituro, che verrà stabilito solo quando i cromosomi dell’ovulo e dello spermatozoo giunto per primo si fonderanno.
In quel momento sarà definito anche il colore dei suoi capelli, degli occhi e centinaia di altri tratti genetici del tuo bambino. La cellula che si crea dall’unione tra ovulo e spermatozoo già racchiude in sé, infatti, tutto il patrimonio genetico del piccolo che nascerà.
Questa settimana viene definita “fase blastemica” o “pre-embrionale”, che e inizia con il momento dell’ovulazione e si conclude quando inizia a formarsi l’embrione.

Terza settimana
L’uovo si è sviluppato: sarai mamma di uno o più bimbi (nel caso di gemelli). Al termine della terza settimana inizia, l’impianto dell’embrione, che si concluderà solo dopo il 26esimo ventiseiesimo giorno.
L’embrione è lungo meno di un millimetro.
Si sta formando la placenta: i vasi sanguigni si ramificano tra la mucosa uterina per comunicare con quelli materni. All’interno dell’utero si forma l’involucro che ospiterà l’embrione: il sacco gestazionale o amniotico.

Quarta settimana
L’embrione ha la grandezza di un granellino, è lungo meno di un millimetro. Si sta formando la placenta: i vasi sanguigni si ramificano tra la mucosa uterina per comunicare con quelli materni.
Con la crescita dell’embrione cresce anche il sacco amniotico, pieno di liquido utile anche a proteggere il feto da eventuali urti e mantenere la temperatura adatta per la sua crescita.
La parte esterna dell’embrione si trova a stretto contatto con le pareti uterine e viene raggiunta dal sangue materno, ricco di nutrimento.

Quinta settimana
Le cellule dell’embrione si dispongono su 3 strati, detti “foglietti embrionali”. Da questi tre differenti segmenti cellulari si avrà la formazione di tutti gli organi e gli apparati dell’organismo del piccolo.
Il foglio intermedio darà origine allo scheletro, all’apparato muscolare incluso il cuore), all’apparato circolatorio, ai reni e alle ghiandole sessuali; da quello esterno si formeranno il sistema nervoso, gli organi di senso, la pelle, i peli, le unghie e i capelli.
Dallo strato più interno si svilupperanno l’apparato intestinale e il sistema respiratorio.

Sesta settimana
Il feto, questa settimana, può raggiungere le dimensioni di un chicco di riso.
Iniziano a formarsi tutti gli organi, ma soprattutto si sviluppa il cordone ombelicale, essenziale per la comunicazione tra te e il piccolo.
Stabilito il collegamento tra circolazione materna e fetale, anche il sistema circolatorio si perfeziona. Le pulsazioni cardiache del tuo bambino sono visibili tramite ecografia e puoi ascoltarle avvalendoti del sistema Doppler.

Settima settimana
Gli arti superiori e quelli inferiori sono abbozzati mentre inizia lo sviluppo di pancreas, reni e corteccia cerebrale.
Puoi cogliere il profilo del viso del tuo piccolo: cominciano a distinguersi occhi, bocca, naso e orecchie. L’embrione, a questo punto, è già provvisto di reni e polmoni rudimentali. Il cuore raddoppia di volume, l’intestino e la vescica confluiscono in un canale escretore unico, chiamato cloaca. Il cordone ombelicale è ormai perfettamente formato.

Ottava settimana
L’embrione misura tra i 14 e i 20 mm e tutti gli organi interni sono formati. Cuore e fegato sono relativamente molto grossi e occupano quasi tutto l’addome. Il fegato, in particolare, pesa circa il 10% di tutto il corpo, perché durante la fase fetale ha la funzione di fabbricare le cellule sanguigne. Assieme al midollo spinale cominciano a delinearsi le vertebre e Il cordone ombelicale è anch’esso molto grosso perché contiene una parte dell’intestino dell’embrione. Il volume della testa è destinato a crescere ancora.

Nona settimana
La testa è ora ben distinta dal torace: tramite l’ecografia ti sarà possibile distinguerla chiaramente dal tronco e individuare i quattro arti. Le braccia e le gambe continuano ad allungarsi e si piegano in coincidenza di gomiti, ginocchia, polsi e caviglie.
Il cuore inizia a separarsi in cavità destre e sinistre e batte a 120-180 pulsazioni al minuto; compare la tiroide nel punto in cui resterà. La cloaca si divide in due, formando posteriormente il canale anorettale e anteriormente il canale urogenitale.

Decima settimana
La testa del tuo bambino corrisponde ora, per volume, a un terzo di tutto il corpo dell’embrione.
A livello cerebrale compare il cosiddetto "corpo calloso" ovvero la struttura nervosa che collega i due emisferi cerebrali. Iniziano a svilupparsi le ossa, i muscoli, i nervi e i grossi vasi del tuo piccolo e si formano le prime gemme dentali, ovvero le strutture da cui si svilupperanno successivamente i dentini da latte. Iniziano a formarsi anche i genitali esterni.

Undicesima settimana
Questa settimana rappresenta un punto di arrivo molto importante: il periodo critico dello sviluppo del tuo piccolo è terminato.
Nei genitali maschili si sviluppa il glande, mentre nei genitali femminili è presente l’abbozzo dell’utero. Nel pancreas si formano le "isole di Langerhans", ovvero le strutture preposte alla produzione di insulina.

Dodicesima settimana
L’embrione è completamente formato: ora si può chiamarlo “feto”. Le ossa, pur essendo ancora costituite da morbida cartilagine, hanno preso forma, le unghie delle mani si allungano e il tuo piccolo ora inizia a muovere le sue piccole dita! Tuttavia è ancora troppo piccolo perché tu riesca a percepire i suoi movimenti.
Nei prossimi sei mesi maturerà pienamente, aumentando moltissimo sia in lunghezza sia per quanto riguarda il peso.La placenta assicurerà le funzioni vitali e produrrà gli ormoni necessari al feto, filtrerà l’ossigeno e le sostanze nutritive dal flusso sanguigno attraverso il cordone ombelicale per permettere la crescita.
Page created on: 21/03/2011
Last modified on: 03/09/2012
 
 
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati