Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Italy
INFOLINE  800 40 11 11
logo
gravidanza
 
Frequently asked questions

Sono raccolte qui le domande più frequenti che ci vengono poste abitualmente sulle cellule staminali, sui servizi di Genico e sullo screening neonatale. Approfondimenti più dettagliati si trovano nella pagina Servizi e se non trovi la risposta che cerchi, scrivici: i nostri esperti sono a tua disposizione.
 

Cellule staminali

Che cosa sono le cellule staminali?

Le cellule staminali sono le cellule da cui ha origine il corpo umano. Durante lo sviluppo embrionale queste si suddividono nelle linee cellulari che andranno a formare tutti i tessuti e gli organi del nostro corpo: quelli del sangue, quelli cardiaci, nervosi, muscolari, della pelle e della cornea. Nel corpo dell’adulto invece le cellule staminali sono presenti solo nel midollo osseo e in alcuni tessuti adiposi. Le cellule staminali svolgono un ruolo cruciale per la salute e per il benessere di ognuno di noi e possono essere utilizzate per riparare aree di tessuto irreversibilmente danneggiate a seguito di un evento patologico.
Approfondisci


Quali sono le malattie curabili con le cellule staminali?

Numerose leucemie e anemie sono curate da tempo esclusivamente con le cellule staminali, in altri casi le cellule staminali servono da rinforzo a terapie diverse e moltissime altre patologie sono oggetto di ricerca.
Vedi l’elenco completo delle malattie


Che differenza c’è tra le cellule staminali del sangue cordonale e quelle del cordone ombelicale?

Le cellule staminali del sangue sono già largamente utilizzate per la cura di malattie legate al sangue come leucemie, anemie, alcune malattie ereditarie e alcuni tipi di tumori. Quelle estratte dal tessuto del cordone ombelicale hanno la potenzialità di rigenerare diversi tipi di tessuti, non soltanto quelli del sangue, e sono oggetto di studio costante per la ricerca medica.
Approfondisci


Se un membro della famiglia del bambino dovesse essere affetto da patologie curabili con le cellule staminali del cordone ombelicale, è possibile che risulti compatibile con quelle conservate e come è possibile determinarlo?

Al momento della conservazione, una piccolissima quantità di cellule staminali viene stoccata a parte. Nel caso in cui un membro della famiglia necessiti delle cellule staminali, sarà possibile determinare la sua compatibilità analizzando questa piccola quantità senza dover ricorrere allo scongelamento dell’intero campione. Per fratelli e sorelle la probabilità di trovare una compatibilità è del 33%, per i genitori è del 12,5%


È possibile vendere le cellule staminali crioconservate a terze persone?

No, la legislazione europea vieta di commercializzare prodotti biologici.


Raccolta del sangue cordonale

La raccolta di sangue da cordone ombelicale è dolorosa o rischiosa?

No, la procedura non è invasiva, non presenta alcun pericolo ed è totalmente indolore sia per la madre, sia per il bambino. Al momento del prelievo, al bambino è già stato reciso il cordone ombelicale e la madre non percepisce nulla.
Approfondisci


C'è un collegamento tra il volume del sangue raccolto e il numero di cellule staminali prelevate?

In generale sì, per questo si considera importante prelevare la maggior quantità di sangue possibile. Ci possono comunque essere delle eccezioni dettate dalla genetica.


Conservazione delle cellule staminali con Genico

Quando devo richiedere i servizi di Genico?

Considerando il tempo necessario all’espletamento delle pratiche per la richiesta dell’autorizzazione all’esportazione del sangue cordonale e la possibilità di un eventuale anticipo del parto, consigliamo di contattarci almeno 45/50 giorni prima della data presunta del parto.
Vedi il vademecum dettagliato 


In caso di parto gemellare serve più di un Kit?

Si, per i parti gemellari è necessario un kit di raccolta per ogni gemello. Per i figli successivi al primo, nati da parto gemellare Genico prevede uno sconto del 50%.


Chi effettua il trasporto del kit presso il laboratorio di genico dopo il parto?

Subito dopo la nascita del bambino, sarà vostro consulente Genico ad organizzare il ritiro del kit e a recapitarlo direttamente al nostro laboratorio tramite il corriere convenzionato per il trasporto di materiale biologico. Genico attuerà un monitoraggio continuo del kit durante il viaggio. I costi del servizio di trasporto sono inclusi nel prezzo.
Approfondisci


Cosa succede se non c'è la possibilità di raccogliere il campione di sangue e/o di tessuto cordonale?

In questo caso non sarà richiesto nessun tipo di pagamento e le eventuali somme anticipate saranno interamente restituite.


Chi si occupa del trasporto nel caso in cui le cellule staminali siano richieste per un trapianto?

Previa richiesta scritta della famiglia, avallata da una richiesta emessa dal medico incaricato del trapianto, e con allegata copia del certificato di conservazione e dell'autorizzazione del Ministero della Salute all'importazione di cellule staminali, Genico metterà prontamente a disposizione le cellule staminali crioconservate in un apposito dry-shipper, occupandosi direttamente della spedizione presso il centro trapianti scelto per l’intervento.


Perché le cellule staminali sono conservate per 30 anni?

Le cellule staminali possono essere conservate per un lasso di tempo teoricamente illimitato. Genico le conserva per un periodo iniziale di 30 anni per garantire al tuo bambino e alla tua famiglia di averle a disposizione per lungo tempo senza dover pensare a rinnovare il servizio. Al compimento del trentesimo anno d'età, in caso non siano state utilizzate, sarà il proprietario a decidere se proseguire con la conservazione.
Approfondisci


Screening neonatale allargato StepOne®

Perché dovrei sottoporre il mio bambino allo screening neonatale allargato StepOne®?

La diagnosi tempestiva di una malattia ereditaria può consentire al vostro medico di iniziare una terapia mirata prima che si manifestino i sintomi. Lo screening neonatale allargato indaga oltre 50 patologie metaboliche ed è raccomandato in età neonatale, tuttavia può essere eseguito su bambini di ogni età fino alla pubertà.
Approfondisci


Come viene effettuato lo screening neonatale?

Il medico preleva un campioncino di sangue pungendo il tallone del vostro bambino. Il campione viene posto su un disco di carta da filtro assorbente contenuto nel kit inviato da Genico, che deve poi essere spedito in laboratorio per essere analizzato.
Approfondisci


Lo screening neonatale è una procedura nuova?

No, negli USA i neonati vengono sottoposti a screening per varie malattie ereditarie fin dai primi anni sessanta. Ogni paese prevede attualmente un programma di screening, ma il numero di malattie ricercate varia da stato a stato. In Italia viene effettuato il test solo su fibrosi cistica, ipotiroidismo congenito, galattosemia e fenilchetonuria.


Quante malattie comprende lo screening neonatale metabolico allargato?

Lo screening StepOne® è in grado di identificare la presenza di oltre 50 malattie ereditarie, tra cui il Deficit da Glucosio-6-Fosfato Deidrogenasi (G-6-PD), la Malattia delle Urine a Sciroppo d’Acero e l’Iperplasia Adrenale Congenita, nonché molte altre malattie meno note che potrebbero non essere incluse nei normali programmi statali di screening.
Vedi l’elenco completo delle malattie


Posso eseguire il test per conto mio?

No, l’operazione per quanto molto semplice deve essere eseguita da un medico. In nessun caso è permesso prelevare per conto proprio il campione di sangue per sottoporlo all'analisi.


Quando conoscerò i risultati?

I risultati del test saranno disponibili circa 15-30 giorni dopo l’arrivo del campione al laboratorio e vi saranno recapitati in busta chiusa, da consegnare al medico.


Page created on: 21/03/2011
Last modified on: 03/09/2012
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati