Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Italy
INFOLINE  800 40 11 11
logo
gravidanza
 

Crioconservazione delle cellule staminali


Il laboratorio di Genico sottopone il sangue cordonale a una prova batteriologica e ad approfondite analisi per scongiurare la presenza di agenti infettanti. Successivamente si procede all'isolamento delle cellule staminali e al conteggio del numero di cellule vive.

Le cellule emopoietiche ottenute vengono quindi suddivise in due campioni separati. A questi viene aggiunta la soluzione liquida crioprotettante DMSO (Dimethyl Sulfoxide) al fine di preservare le cellule nel tempo, e poi vengono sottoposti ad un processo di abbattimento graduale della temperatura, controllato tramite software specifici. Questa fase é particolarmente delicata e curata nel minimo dettaglio per prevenire la formazione all’interno delle cellule di cristalli di ghiaccio che ne danneggerebbero la membrana.

Una volta congelate, le sacche contenenti le cellule vengono messe a dimora in appositi biocontenitori contenenti vapori di azoto che le mantengono costantemente ad una temperatura inferiore a -170ºC. A questo punto le staminali possono essere conservate conservate per un periodo teoricamente illimitato.


Il processo di crioconservazione


Guarda il video che illustra il processo di conservazione delle cellule staminali del tuo bambino.
Le riprese sono state effettuate nel laboratorio di Genico, e seguono il processamento del campione di sangue cordonale, dal momento dell'arrivo del kit alla messa a dimora delle cellule staminali nelle tank raffreddate a vapori di azoto.




Page created on: 21/03/2011
Last modified on: 03/09/2012
 
 
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati